Alluce valgo: sintomi, cause, prevenzione, cure e fisioterapia
Tempo di lettura: 7,6 min

Alluce valgo: prevenzione e recupero completo grazie alla fisioterapia

Indice Articolo

L’alluce valgo è una condizione comune che causa una deviazione anomala del dito verso le altre dita del piede. Questa deformità, spesso dolorosa, può influenzare significativamente la qualità di vita di chi ne è affetto. Fortunatamente, oggi è possibile eliminare il problema in maniera totale e recuperare completamente grazie alla fisioterapia post-operatoria.

Cos’è l’alluce valgo

L’alluce valgo, noto anche come “alluce valgus”, è una deformità del piede che colpisce la giuntura alla base del primo dito, ovvero l’alluce. Questa condizione comporta una deviazione dell’alluce verso le altre dita del piede, e di conseguenza un’angolazione anormale tra l’alluce e il metatarso. L’alluce valgo può causare dolore, gonfiore e deformità visibile del piede, oltre a influenzare la capacità di camminare e indossare calzature comuni.

Alluce valgo cause

Le cause esatte dell’alluce valgo non sono sempre chiare, ma sono diversi i fattori che possono contribuire alla sua comparsa:

  • ereditarietà: la predisposizione genetica può aumentare il rischio di sviluppare l’alluce valgo;
  • deformità congenite del piede: alcune persone possono essere nate con anomalie anatomiche dei piedi che aumentano il rischio di alluce valgo;
  • età: l’età avanzata è un fattore di rischio poiché i tessuti e le giunture del piede possono subire cambiamenti degenerativi nel tempo;
  • calzature inadeguate: l’uso costante di calzature strette o con punta stretta può comprimere l’alluce e contribuire alla sua deviazione.

Alluce valgo sintomi

I sintomi dell’alluce valgo possono variare da lievi a gravi a seconda della condizione, e i più comuni riportati dai pazienti sono in genere i seguenti:

  • dolore: il dolore è uno dei sintomi più comuni associati all’alluce valgo. Può manifestarsi in diversi punti del piede, compreso l’alluce stesso, la base dell’alluce o l’arco plantare. Il dolore può essere acuto, pulsante, cronico o presente in particolar modo durante il movimento dell’alluce. Talvolta, si può manifestare anche alluce valgo dolore notturno, una condizione che può disturbare il sonno;
  • deformità: l’alluce deviato verso le altre dita del piede è una caratteristica visibile dell’alluce valgo. Questa deformità può causare disagio estetico e rendere difficile l’uso di calzature normali;
  • rigidità: molte persone con alluce valgo sperimentano rigidità nella giuntura dell’alluce e nell’arco del piede;
  • callosità: la pressione esercitata sulla giuntura dell’alluce deviata può causare callosità o calli sulla pelle, causando ulteriore disagio;
  • difficoltà nel camminare: l’alluce valgo può rendere il camminare scomodo e doloroso, portando a un’andatura alterata.

Alluce valgo come prevenire

Tra le principali domande che le persone si pongono in merito a questa condizione c’è proprio come prevenire alluce valgo. Mentre alcune cause di questa condizione, come la predisposizione genetica, non possono essere prevenute, in altri casi esistono misure che è possibile adottare per ridurre il rischio o rallentare lo sviluppo della deformità.

Come evitare alluce valgo con calzature adeguate

Per prevenire questa deformità del piede, la prima azione da compiere è indossare scarpe che forniscono spazio sufficiente per le dita dei piedi e che non costringano l’alluce. È dunque consigliato optare per scarpe con punte ampie che permettano alle dita dei piedi di muoversi liberamente, così come assicurarsi sempre che le scarpe siano della giusta misura.

Ancor meglio se le calzature presentano un adeguato supporto dell’arco plantare, il quale aiuta a distribuire uniformemente il peso sul piede e a ridurre la tensione sulla giuntura dell’alluce. In più, le scarpe con suole ammortizzate possono ridurre l’impatto durante il camminare, ed è consigliato evitare di portare troppo spesso scarpe con tacchi alti, in quanto tendono a mettere più pressione sulla parte anteriore del piede e possono esacerbare il problema.

Alluce valgo esercizi di prevenzione

Per prevenire l’alluce valgo può essere notevolmente d’aiuto anche l’esecuzione di esercizi specifici per rafforzare i muscoli del piede, i quali possono contribuire a mantenere la stabilità delle giunture. Tra questi troviamo ad esempio l’allungamento delle dita dei piedi, il sollevamento delle dita, la rotazione del piede, la raccolta di oggetti con le dita dei piedi, esercizi di stretching, la marcia sulle punte o altri esercizi di resistenza.

È importante eseguire questi esercizi con regolarità, preferibilmente sotto la guida di un Fisioterapista Milano o di un professionista del settore, per assicurarsi di eseguirli correttamente e ottenere i massimi benefici.

Alluce valgo rimedi naturali di prevenzione

Oltre alle azioni di prevenzione già indicate, vi sono altri rimedi naturali per tentare di ridurre il rischio o rallentare lo sviluppo della deformità. Mantenere un peso corporeo sano, ad esempio, può ridurre il carico sulle giunture dei piedi e ridurre il rischio di sviluppare l’alluce valgo. Allo stesso tempo, anche il massaggio dei piedi può migliorare la circolazione e alleviare il dolore associato all’alluce valgo, così come un bagno caldo per i piedi con sale di Epsom o oli essenziali.

Alcune persone trovano beneficio anche nell’uso di integratori di curcuma, nota per le sue proprietà antinfiammatorie. In più, anche il magnesio può contribuire a rilassare i muscoli. Tutto ciò ricordando sempre che tali rimedi naturali non sono cure mediche specifiche e dunque potrebbero risultare molto blande e richiedere successivamente interventi medici più mirati per la risoluzione del problema. È sempre consigliato il consulto medico.

Tutore alluce valgo per prevenire il problema

Tra le domande più frequenti troviamo anche: quando mettere tutore alluce valgo? Un tutore, in questo caso, può essere utilizzato come parte del trattamento conservativo. Serve a ridurre la pressione sulla giuntura dell’alluce, migliorando il posizionamento del dito e alleviando il dolore. Tuttavia, il tutore da solo potrebbe non risolvere completamente il problema.

Cura dell’alluce valgo: approcci meno invasivi e operazione chirurgica

La cura dell’alluce valgo può variare a seconda della gravità della condizione. Inizialmente, vengono considerati approcci meno invasivi, come cambiamenti delle calzature, tutori, fisioterapia mirata, l’utilizzo di farmaci anti-infiammatori non steroidei o iniezioni di corticosteroidi per ridurre l’infiammazione e il dolore; quest’ultima però è solitamente un’opzione temporanea e non risolve il problema sottostante. Successivamente, o comunque nei casi più gravi o persistenti, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico e la successiva ginnastica riabilitativa.

Come raddrizzare l’alluce valgo? Intervento chirurgico e fisioterapia

Nei casi in cui il dolore e la deformità dell’alluce valgo siano gravi e persistenti, l’intervento chirurgico potrebbe essere necessario. Esistono diverse procedure chirurgiche per correggere l’alluce valgo, tra cui l’osteotomia (taglio e riposizionamento dell’osso), l’artrodesi (fusione delle ossa), e la rimozione del rigonfiamento osseo. Il tipo di intervento dipenderà dalla gravità del caso e dalle preferenze del chirurgo. Ciò che accomuna ad ogni modo tutti gli interventi è la successiva necessità di fisioterapia post operatoria alluce valgo.

Alluce valgo fisioterapia post-operatoria

Cosa fare dopo l’intervento di alluce valgo? Dopo l’operazione chirurgica volta alla correzione del problema, è sempre fondamentale la riabilitazione post operatoria alluce valgo. È fondamentale, prima di tutto, affidarsi a professionisti in questo campo, ovvero un centro fisioterapia Milano o comunque un fisioterapista Milano professionista.

Quando iniziare la fisioterapia dopo l’intervento alluce valgo?

Il momento esatto per iniziare la fisioterapia Milano può variare da caso a caso. Spetta proprio al chirurgo e al fisioterapista valutare il progresso del paziente e determinare quando è sicuro iniziare la fisioterapia post intervento alluce valgo. In genere, ciò non avviene comunque prima di un mese dall’intervento.

Quanto dura la riabilitazione dopo intervento alluce valgo?

La durata della riabilitazione dipende dalla complessità dell’intervento e dalla risposta individuale al trattamento. In genere, la riabilitazione può durare diverse settimane o mesi, con follow-up a lungo termine per garantire il successo del recupero.

Che ginnastica fare dopo intervento alluce valgo?

Ribadendo l’importanza, nell’alluce valgo fisioterapia, di affidarsi a un professionista di fisioterapia a Milano, gli esercizi post intervento alluce valgo da poter fare per una corretta riabilitazione sono molteplici:

  • eserciziper ripristinare forza e flessibilità;
  • esercizi di equilibrio;
  • esercizi di flessione dorsale e plantare;
  • esercizi di mobilizzazione dell’alluce;
  • esercizi di marcia e camminata;
  • esercizi di ampio movimento delle dita dei piedi.

Come si fa la riabilitazione al piede?

La fisioterapia dopo intervento alluce valgo si concentra sulla ripresa della mobilità del piede, sulla riduzione dell’infiammazione e sulla prevenzione di complicanze. Il piano di riabilitazione è personalizzato in base alle esigenze di ogni singolo paziente. Oltre alla dovuta fisioterapia, il professionista potrebbe prescrivere anche una terapia con farmaci ricalcificanti e la magnetoterapia per riprendere adeguatamente la funzionalità dell’arto.

Come riprendere a camminare dopo intervento alluce valgo?

Dopo l’intervento, occorre iniziare gradualmente a camminare con l’aiuto di tutori o calzature speciali. Il fisioterapista che segue il paziente lo guida adeguatamente attraverso questo processo di riabilitazione alluce valgo dopo intervento.

Durante le prime sessioni di camminata, è normale sperimentare un certo grado di disagio o dolore. Nel corso dei giorni e delle settimane successive, si tende ad aumentare progressivamente la durata e la distanza delle passeggiate per riprendere a camminare in maniera graduale e non forzata. Il tutto su superfici piane e lisce, evitando superfici irregolari o terreni sconnessi, ancor meglio se seguiti da un buon centro fisioterapia Milano.

Che scarpe mettere dopo intervento alluce valgo?

Dopo l’intervento, durante la riabilitazione alluce valgo, può essere necessario indossare scarpe speciali o ortesi per garantire il supporto e la protezione del piede. Successivamente è invece importante scegliere calzature che offrono spazio sufficiente per l’alluce e un buon supporto dell’arco plantare. Anche in questo caso, può essere molto utile consultare il fisioterapista per ricevere consigli specifici sulla scelta delle scarpe più adatte alla propria condizione.

Hai un dubbio ?
Vuoi un chiarimento ?

Chiedi a un medico di rispondere a una tua domanda

Categorie Articolo: Fisioterapia