Domande e Risposte

Ginecologo

Mia madre ha trovato nella vulva un brufolo, prima era come un punto nero, con la crosticina, ora non è né arrossato ma solamente più grosso, devo preoccuparmi?

Come medico ginecologo, comprendo le preoccupazioni legate alla salute intima. Basandomi sulla tua descrizione, sembra che ci sia una lesione nella zona vulvare che è stata inizialmente identificata come un brufolo e che ora è diventata più grande.

Tuttavia, senza un esame fisico diretto e una valutazione più dettagliata, sarebbe difficile fare un’analisi precisa della situazione. Tuttavia, ci sono diverse possibilità di cosa potrebbe essere questa lesione:

  • Follicolite: Una infiammazione dei follicoli piliferi che può manifestarsi come un brufolo e, in alcuni casi, può diventare più grande.
  • Cisti: Le cisti vulvari possono svilupparsi per diverse ragioni e possono apparire come noduli o protuberanze sulla pelle.
  • Condilomi (verruche genitali): Sono causate dal virus del papilloma umano (HPV) e possono apparire come protuberanze o lesioni sulla pelle intorno all’area genitale.
  • Ascesso: Un ascesso può formarsi quando si verifica un’infiammazione e si accumula del pus sotto la pelle.

Lesioni benigne o altre condizioni cutanee.

La mia raccomandazione principale sarebbe quella di fissare un appuntamento con un ginecologo o un dermatologo il prima possibile per una valutazione più approfondita. L’esame fisico diretto e, se necessario, altri test diagnostici possono aiutare a determinare la natura esatta della lesione e a stabilire il trattamento più appropriato, se necessario.

Ricorda, è sempre importante essere vigili riguardo alla salute intima e consultare un professionista sanitario per qualsiasi cambiamento o sintomo sospetto.

Si ricorda che in nessun caso, visto la natura del servizio, questo può essere inteso come sostitutivo di una visita medica e del parere del proprio curante/specialista. Si ricorda inoltre che in caso di disturbi/malattia/sintomi gravi è necessario ed indispensabile ricorrere all’intervento medico nel più breve tempo possibile utilizzando la numerazione nazionale telefonica di emergenza oppure recandosi direttamente in Pronto Soccorso. I tempi di risposta (via email) dipendono dal nr. di domande ricevute.