Lombalgia: cos'è, sintomi, cause, diagnosi, rimedi, prevenzione
Tempo di lettura: 7,3 min

Lombalgia: eliminare il dolore con l’osteopatia

Indice Articolo

La lombalgia, che viene comunemente definita come mal di schiena localizzato nella zona inferiore, è una delle condizioni muscoloscheletriche più comuni che affliggono le persone in tutto il mondo. Caratterizzata da dolore e disagio nella regione lombare, può limitare notevolmente la qualità della vita e la capacità di svolgere le normali attività quotidiane. Vivere con il mal di schiena sempre in agguato non è affatto semplice, per fortuna, però, esistono dei rimedi appropriati per risolvere il problema e ritrovare il proprio benessere. Nelle prossime righe, vediamo qualche informazione utile sulla lombalgia, i suoi sintomi, le cause, i metodi di diagnosi e trattamento, con un focus speciale sul ruolo dell’Osteopatia Milano nel gestire e prevenire questa condizione.

Cos’è la lombalgia?

Lombalgia è un termine medico per indicare una condizione caratterizzata da dolore nella regione lombare, ovvero la parte inferiore della schiena, situata tra le costole e i glutei. Il dolore può variare da lieve a grave e può essere acuto o cronico. La lombalgia può essere talvolta limitata alla regione lombare oppure può irradiarsi verso le natiche e lungo le gambe (in questo caso si parla più nello specifico di lombosciatalgia). Questo disturbo può colpire entrambi i sessi indistintamente e può comparire a tutte le età.

La lombalgia può talvolta essere acuta, quando si manifesta in maniera brusca e improvvisa ma non dura più di 6 settimane. In altri casi può invece essere cronica, ovvero quando si riferisce un dolore lombare persistente che dura oltre le 12 settimane.

Sintomi della lombalgia

La lombalgia può manifestarsi con diversi sintomi, che a seconda dei singoli casi possono essere di maggiore o minore intensità. Tra questi i più comuni sono i seguenti:

  • dolore localizzato nella parte bassa della schiena;
  • dolore che si irradia verso i fianchi e le gambe;
  • dolore che peggiora con il movimento (specialmente quando ci si piega, sollevando oggetti pesanti, stando seduti per lunghi periodi o praticando sport);
  • rigidità muscolare nella regione lombare;
  • sensazione di debolezza o intorpidimento alle gambe;
  • limitazione del movimento.

Occorre però fare ancora più attenzione se questi sintomi insorgono o peggiorano dopo una caduta o un trauma. Specialmente se accanto a questi si sviluppano anche altri sintomi più allarmanti come forte debolezza alle gambe, febbre, problemi nel controllo dell’intestino o della vescica e dolori alla minzione o durante colpi di tosse.

Cause della lombalgia

Le cause della lombalgia possono essere molteplici, molte più di quanto si possa pensare.

Lesioni muscolari o legamentose

  • Sovraccarico o lesioni: sollevare spesso pesi in modo improprio o sottoporsi a sforzi eccessivi può causare lesioni ai muscoli o ai legamenti della schiena;
  • distorsioni, contusioni o fratture: cadute, incidenti automobilistici o altri traumi possono provocare contusioni, distorsioni nella regione lombare o fratture ossee.

Azioni sbagliate e ripetitive

  • Postura scorretta: una postura scorretta durante il sonno, durante il lavoro o in altri momenti prolungati può mettere stress e pressione sulla colonna vertebrale, causando dolore;
  • inattività fisica: la mancanza di esercizio fisico e la troppa sedentarietà può portare a debolezza muscolare e alla rigidità, aumentando il rischio di sviluppare lombalgia;
  • sport ad alto impatto: attività come il padel, il golf, il sollevamento pesi o il crossfit, che coinvolgono movimenti bruschi, torsioni o carichi pesanti, possono aumentare il rischio di lesioni alla schiena;
  • zaini scolastici troppo pesanti: nei bambini, una delle cause principali del mal di schiena può essere proprio uno zaino troppo pesante.

Problemi strutturali della colonna vertebrale

  • Ernia del disco: quando il materiale interno di un disco spinale fuoriesce attraverso una rottura o una debolezza nel rivestimento esterno del disco, causando quindi un’ernia, può esercitare pressione sui nervi spinali causando dolore nella parte bassa della schiena;
  • spondilolistesi: questa condizione si verifica quando una vertebra scivola in avanti rispetto alla vertebra sottostante, causando compressione sui nervi spinali e dolore lombare;
  • stenosi spinale: si riferisce al restringimento del canale spinale che può mettere sotto pressione i nervi spinali, provocando dolore lombare e radicolare.

Problemi articolari o muscolari

  • Artrite: l’artrite reumatoide, l’osteoartrite o altre forme di artrite possono influenzare le articolazioni della colonna vertebrale, causando dolore e rigidità nella regione lombare;
  • sacroileite: l’infiammazione delle articolazioni sacro-iliache, che collegano la colonna vertebrale al bacino, può causare dolore lombare e gluteo;
  • sindrome dei muscoli paravertebrali: la tensione eccessiva o la disfunzione dei muscoli paravertebrali possono causare dolore nella parte bassa della schiena.

Condizioni mediche sottostanti

  • Endometriosi: in alcune donne, l’endometriosi può causare dolore nella parte bassa della schiena durante il ciclo mestruale o l’attività sessuale;
  • calcoli renali: i calcoli renali possono causare dolore improvviso e acuto nella parte bassa della schiena quando si spostano attraverso l’uretere;
  • infezioni spinali: le infezioni spinali come osteomielite o meningite possono causare dolore nella parte bassa della schiena insieme ad altri sintomi come febbre e rigidità del collo;
  • gravidanza: molte donne incinte riferiscono dolori nella parte bassa della schiena.

Ulteriori fattori di rischio

Oltre a queste cause, dalle più comuni alle più rare, è importante sapere che vi sono anche ulteriori fattori di rischio per ciò che riguarda l’insorgenza della lombalgia:

  • obesità: l’eccesso di peso può mettere pressione aggiuntiva sulla colonna vertebrale, aumentando il rischio di sviluppare lombalgia;
  • fumo: il fumo può compromettere la circolazione sanguigna e rallentare il processo di guarigione, aumentando il rischio di dolore lombare.

Diagnosi della lombalgia

La diagnosi di lombalgia viene fatta generalmente attraverso un esame fisico completo da parte di un medico specializzato o di un Osteopata Milano accanto a un’accurata anamnesi della storia della paziente, dei sintomi sperimentati e dello stile di vita. Per confermare la diagnosi possono poi essere richiesti anche test di imaging come radiografie, risonanza magnetica o tomografia computerizzata, questo anche per escludere o convalidare eventuali problemi strutturali nella colonna vertebrale.

Trattamenti per la lombalgia

Il trattamento della lombalgia dipende dalla gravità e dalla causa sottostante del dolore. I diversi trattamenti che possono essere messi in atto includono:

  • riposo o limitazione delle attività: evitare movimenti che peggiorano il dolore, adottare posture corrette e limitare per un po’ determinate attività può aiutare a ridurre i sintomi;
  • terapia fisica: esercizi mirati per rinforzare i muscoli della schiena e migliorare la flessibilità possono essere utili nel gestire la lombalgia. In questo, il supporto di un Osteopata Milano è fondamentale;
  • farmaci: analgesici da banco, antidolorifici e antinfiammatori possono essere prescritti per ridurre il dolore e l’infiammazione. Ma è fondamentale seguire sempre le indicazioni del proprio medico;
  • manipolazione spinale: gli osteopati utilizzano tecniche manuali per migliorare la mobilità della colonna vertebrale e ridurre il dolore associato alla lombalgia;
  • massoterapia: il massaggio terapeutico può aiutare a rilassare i muscoli tesi e a migliorare la circolazione sanguigna nella regione lombare.
  • ulteriori tecniche osteopatiche: esercizi di stretching, tecniche di mobilizzazione ecc.

Il ruolo dell’osteopatia per combattere la lombalgia

L’osteopatia Milano è una disciplina medica che si concentra sulla diagnosi, il trattamento e la prevenzione delle condizioni muscolo-scheletriche attraverso tecniche manuali. Nel trattamento della lombalgia, gli osteopati utilizzano una combinazione di tecniche di manipolazione spinale, mobilizzazione tissutale e rilascio miofasciale per ridurre il dolore, migliorare la mobilità e promuovere il recupero.

Questo approccio olistico tiene conto non solo dei sintomi fisici, ma anche dei fattori emotivi e ambientali che possono contribuire alla lombalgia. Il professionista sviluppa un piano di trattamento personalizzato tenendo conto di tutte le esigenze specifiche del singolo paziente.

In aggiunta un Osteopata Milano specializzato può indicare gli esercizi migliori da eseguire autonomamente non solo per migliorare i dolori e i disagi legati a una lombalgia già presente, ma anche per prevenirne l’insorgenza o eventuali ricadute.

Prevenzione della lombalgia

Prevenire la lombalgia richiede un approccio proattivo nei confronti della salute della schiena.  Come? Ecco alcuni utili suggerimenti:

  • mantenere una postura corretta: mantenere una buona postura durante il sonno, al lavoro e quando si sta seduti o in piedi per molto tempo, può ridurre lo stress sulla colonna vertebrale;
  • fare esercizio fisico regolare: fare esercizio regolare ed equilibrato è sempre importante, in più gli esercizi di rinforzo muscolare e stretching possono migliorare la forza e la flessibilità della schiena, riducendo il rischio di lesioni;
  • sollevare pesi correttamente: utilizzare tecniche di sollevamento sicure ed evitare di sollevare oggetti pesanti con la schiena piegata;
  • evitare la troppa sedentarietà: mantenere uno stile di vita attivo può aiutare a prevenire la debolezza muscolare e la rigidità;
  • ascoltare il proprio corpo: è sempre fondamentale prestare attenzione ai segnali di dolore e affaticamento del proprio corpo, e prendere le misure necessarie per evitare lesioni. Strafare non è mai una buona idea.

In conclusione, la lombalgia è una condizione comune che può essere debilitante, ma con la giusta diagnosi, il trattamento più indicato consigliato da un ottimo Osteopata Milano e le dovute tecniche di prevenzione, è possibile gestire efficacemente i sintomi e migliorare la qualità della vita. L’osteopatia Milano offre un approccio integrato e olistico al trattamento della lombalgia e il consulto con un esperto può essere il primo passo verso il recupero del benessere della schiena.

Hai un dubbio ?
Vuoi un chiarimento ?

Chiedi a un medico di rispondere a una tua domanda

Categorie Articolo: Osteopata